INTERVISTA, Ruffians, luglio 2004

25.12.2020
i Ruffians nella line-up del 1987
i Ruffians nella line-up del 1987

L'intervista che Craig Behrhorst dei Ruffians rilasciò ad Hammerblow nel luglio del 2004 è, apparentemente, un pezzo di editoria del tutto innocuo e di scarso valore storiografico. L'ennesima reunion, gli ennesimi "eroi archiviati" della timeline metallica americana, con una sola pubblicazione alle spalle (un EP nel 1985!ì) divenuta nel tempo oggetto di culto per curiosi e collezionisti, una meteora il cui blando ricordo era legato alla voce di Carl Albert (1962-1995) dei ben più celebri Vicious Rumors: questo erano i Ruffians, sedici anni orsono.
Alla prima volta che sentii nominare, in un tripudio di elogi, il loro "mini", seguirono anni di ricerche e scarsi risultati...quando, finalmente, si chiuse a prezzo piuttosto contenuto l'asta per una copia del vinile originale destinato al mercato europeo (marca Steamhammer). L'esemplare non tardò a stringere una bella e longeva amicizia con il mio giradischi, ma questa è un'altra storia.

Vorrei invece stimolarvi a leggere questo preambolo da una prospettiva diversa: Ruffians e le altre innumerevoli bands che rappresentavano per noi l'apoteosi dell'underground, erano veramente materia cosí esclusiva per luminari del metallo? La risposta è, ovviamente, NO. Il caso dei Ruffians è emblematico: l'output della Steamhammer (e di altre distribuzioni-istituzioni come Roadrunner ecc.) era, all'epoca, decisamente sostanzioso, forse non paragonabile alle tirature emesse dalle major ma non ci è voluto troppo tempo per realizzare che certe chimere, cui gli anni '90 avevano conferito l'aura del Santo Graal, non erano affatto il maximum della rarità.
A conferma di ciò, arriva provvidenziale una recente ondata di ristampe di nomi mai sentiti prima, per lo più risalenti alla seconda metà degli anni '80 - ma non solo. La raffica di titoli, ignoti anche ai più colti headbangers, è travolgente: le piattaforme digitali emettono ogni giorno decine di streaming riportando alla luce nastri dimenticati e mai arrivati al contratto discografico, al cui confronto Ruffians appare quasi realtà da hit parade.
In quest'ottica, l'intervista di seguito assume tutt'altro significato, si tramuta anzi in cronaca di un'era immediatamente pre-social in cui la visione di cosa fosse davvero "pietra preziosa" per collezionisti era, a ben vedere, un po' distorta...


L'INTERVISTA

Hammerblow: Salve Craig! Un caloroso "ben tornati" ai Ruffians! La scena Heavy Metal aveva bisogno di un ritorno come il vostro, ma...voi avete bisogno dell'Heavy Metal?

Craig Behrhorst: Sicuramente. La musica Metal è stata una parte importante della nostra vita per tanti anni. Tutti noi ascoltiamo tanti tipi di musica, ma il Metal ha un posto speciale nei nostri cuori. 

HB: Andiamo immediatamente a parlare del vostro EP del 1985, una gemma piuttosto ambita dai collezionisti. Io stesso posso dirti di aver cercato quel disco per tanto tempo, fino a trovarne una copia all'asta! Cosa pensi del fatto che questo disco sia oggi così quotato?

CB: È un onore per me sapere che il mini dei Ruffians è così considerato in giro per il mondo... ma soprattutto sono felice che sia così considerato in Europa! Come sai, sono quasi vent'anni che quel disco è uscito, e gode ancora di una certa importanza tra i fans del power metal. Abbiamo registrato e missato quel disco in meno di quarantotto ore e ne siamo orgogliosi! Sono felice che tu sia riuscito a trovarne una copia...hey, non la rivendere! ahahahaha!!!

HB: ...non ci penso neanche! E da quei tempi, cosa è cambiato?

CB: Siamo tutti più vecchi, più saggi, e... abbiamo un po' meno capelli.

HB: Carl Albert è scomparso, se non ricordo male, nel 1994. Oltre ad avere una grande voce, ha inciso ottime cose anche con Villain e Vicious Rumors! Parlaci di Carl, di come lo ricordi. Perchè lasciò i Ruffians?

CB: E' scomparso nel '95. Era una gran brava persona, con un bel carattere. Se avesse avuto un milione di dollari, li avrebbe spesi tutti in una settimana: offriva da bere a chiunque!!! Era una persona spontanea. Abbandonò la band per unirsi ai Villain, un gruppo formato interamente da suoi amici di vecchia data.

HB: Hai mai ascoltato niente dei Vicious Rumors o dei Villain, dopo che Carl se ne andò dai Ruffians?

CB: Ho ascoltato il mini dei Villain un paio di volte. Con i Vicious Rumors invece abbiamo suonato insieme, nell'87 e nell'88. Eravamo in ottimi rapporti con loro. Tutte le Metal band della Bay Area, negli anni '80, erano in buoni rapporti; non c'è mai stata competizione.

HB: [...] nella sezione links del vostro sito, ho visto "Metal Babies" e sono letteralmente scoppiato a ridere! Ma dove l'avete scovato????

Ruffians su Shock Power, 1987. Collezione privata Hammerblow
Ruffians su Shock Power, 1987. Collezione privata Hammerblow

CB: È la ditta di Mark DeVito. Bellissimi capi d'abbigliamento per bambini!!! Mark è un vecchio amico, fu lui che disegnò il logo dei Ruffians, tanto tempo fa, nel 1984. Ha anche curato tutta la grafica delle ristampe su Hellion Records. Visitate www.metalbabies.com (il sito risulta ormai inattivo,  così come il "negozio", nda) !!!

HB: Avete appena suonato al Bang Your Head festival, la HOME OF THE METALHEADS per eccellenza! Su quel palco hanno suonato Helstar, Twisted Sister, Candlemass e molte altre cult-bands riformate. Come vi sentite, freschi di una tale esperienza?

CB: Benissimo! Abbiamo suonato prima nel club, con gli Shok Paris, i Ballistic e con i nostri amici Death Angel. Tutto esaurito, ed abbiamo riscosso molto successo tra i fans. Il publbico ha cantato tutta "Fight for your life", si sentivano più i fans che il nostro cantante! Anche il festival è stato bello; era bello incontrare di nuovo dei vecchi fans, dopo tanti anni.

HB: ...al festival c'erano i Ballistic ma anche gli Omen: i figli e i padri, praticamente. Un commento su queste due band?

CB: Con gli Omen abbiamo suonato nel 1985 a San Francisco. Non ho idea di quanti membri originali siano tutt'ora nella band. I Ballistic sono in gamba!

HB: Omen riformati, Twisted Sister riformati, Hallows Eve riformati...insomma...tutti riformati, a quanto pare! E nello stesso periodo, più o meno. Perché i Ruffians si sono riformati?

CB: Perché ce lo hanno chiesto quelli del Bang Your Head. Abbiamo interpretato l'invito come un modo per tornare insieme e suonare la musica che abbiamo composto tanto tempo fa. Siamo rimasti tutti amici, ed è stato bello suonare insieme dopo quattordici anni!

HB: In Italia non siete mai stati molto conosciuti come, per esempio, in Germania... e credo proprio che le nuove ristampe della Hellion Records difficilmente raggiungeranno il mio Paese. Avete pensato a qualche strategia per promuovere Ruffians in Italia?

CB: Per ora no; però saremmo onorati se qualcuno ci invitasse a suonare in Italia! Per acquistare le ristampe, provate a dare un'occhiata al sito www.hellionrecords.de

HB: ...e piani per un prossimo tour?

CB: Torneremo a suonare in Germania l'anno prossimo e, possibilmente, anche da qualche altra parte.

HB: Ok, ora però voglio chiederti qualcosa sul vostro attuale cantante. Spieghiamo ai lettori che non si tratta di un nuovo vocalist, ma dello stesso che, all'epoca, sostituì Carl. Fu difficile per lui prendere il posto di Carl Albert? Come suona la sua voce?

CB: Rich Wilde prese il posto di Carl nel 1986. Si trovò molto a suo agio nella band, ed anche a cantare le canzoni che cantava Carl. Ha una voce molto particolare, le sue influenze sono Dio, Klaus Meine e Halford. Ascoltate i quattro brani sulla ristampa in vinile, uscita in serie limitata! (Craig si riferisce ad una ristampa del primo EP, uscita proprio in quei giorni solo su vinile, contenente in appendice il demo "perduto" con Rich Wilde alla voce, nda).

HB: [...] prima di salutarci, ti faccio i miei auguri per il futuro dei Ruffians! A presto!

CB: Grazie, CIAO! Non dimenticate di controllare www.ruffians.org (il sito è oggi rimpiazzato dalla pagina Facebook dei Ruffians, nda) 

Copyright © 2020-2022
E' VIETATA LA RIPRODUZIONE TOTALE E PARZIALE DEI CONTENUTI TESTUALI DI QUESTO BLOG.
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis! Questo sito è stato creato con Webnode. Crea il tuo sito gratuito oggi stesso! Inizia